Nigeriano prende a morsi Carabinieri, poi si giustifica: “Hanno iniziato loro!”

Nigeriano prende a morsi Carabinieri, poi si giustifica: “Hanno iniziato loro!”

Condividi la notizia sui social
loading…


NIGERIANO PRENDE A MORSI CARABINIERI: “HANNO INIZIATO LORO!”

Un’aggressione violenta ai carabinieri, con tanto di morso al petto di un militare.
Il profugo nigeriano Ogie Igbinowmania, 23 anni, in Italia con un permesso di protezione sussidiaria, è stato condannato a due anni e due mesi di reclusione senza sospensione condizionale.

Nel processo per direttissima per l’accusa di lesioni e resistenza a pubblico ufficiale, il nigeriano ha pianto, ha sostenuto che erano stati i carabinieri ad aggredirlo per primo e lui si sarebbe solo difeso. Fantastico.

VERIFICA LA NOTIZIA

Poi, come si fa nel caso di cani rabbiosi, ha accettato di sottoporsi agli esami del sangue, che consentiranno di capire quale profilassi sia da fare al carabiniere preso a morsi.

loading…


Tornato in tribunale, difeso dall’avvocato Roberta Barabucci ha chiesto di essere giudicato con il rito abbreviato. Il pm Francesca D’Arienzo ha chiesto la condanna a due anni e sei mesi di reclusione. Il giudice Enrico Pannaggi gli ha inflitto due anni e due mesi. Al 23enne non è stata concessa la sospensione condizionale della pena, visto che un anno fa ha patteggiato la pena di un anno per un episodio analogo: ma era ancora qui!

Dopo l’appello e l’eventuale ricorso in Cassazione, la pena andrà scontata in carcere: intanto però è libero!

Visto che il decreto voluto da Salvini è legge, non si comprende perché non scatti immediata l’espulsione: perché il nigeriano, fuori, non farà che fuggire.

loading…


Navigando sul sito "TG Quotidiano" acconsenti all'utilizzo dei cookie Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

loading...