Comune di Milano finanzia villaggio rom con 1 milione di euro: loro lo distruggono

Comune di Milano finanzia villaggio rom con 1 milione di euro: loro lo distruggono

Condividi la notizia sui social
loading…


Comune di Milano finanzia villaggio rom con 1 milione di euro: loro lo distruggono

Il villaggio rom venne edificato, nel 2014, a spese dei contribuenti, per volere della giunta milanese di Giuliano Pisapia: spesa di 650mila euro.

Infatti, almeno la metà delle “famiglie” che vivono nel villaggio non versa il canone d’affitto pari a 90 euro al mese.
E i contribuenti hanno dovuto spendere recentemente 300mila euro per la pulizia dell’area: insomma, il degrado è restato, in più si sono spesi soldi.

loading…



Nel campo ci sono circa cinquanta “persone” e una ventina scarsa di minori, che considerano quelle casette non all’altezza: “Si sentono abbandonati dalle istituzioni”, si lamenta tal Diana Plavovic, portavoce della Consulta rom e sinti della Madonnina.
“Si sono convinti di vivere in un porcile creato apposta per loro e stanno pensando di avanzare un contenzioso per chiarire la faccenda. Va sempre peggio, a oggi ci sono anche abitazioni che cadono a pezzi”.

Marco Bestetti, presidente del Municipio 7 di Forza Italia va all’attacco: “La novità di questi mesi è che il Comune di Milano ha speso la bellezza di 300mila euro per demolire la piazzola di calcestruzzo e risistemare l’area rifiuti attigua al villaggio di via Martirano, praticamente dove sorgeva l’ex campo rom che è stato smantellato nel 2015. Un comportamento simile è assurdo e illogico. Se il sindaco Giuseppe Sala e l’assessore alla sicurezza Anna Scavuzzo non fanno che sgolarsi per dire che bisogna superare la logica dei campi rom, perché poi sprecano soldi pubblici per rimetterli a nuovo?”.

loading…


Navigando sul sito "TG Quotidiano" acconsenti all'utilizzo dei cookie Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

loading...