Profughi rifiutano attività di volontariato: “Siamo qui per divertirci, non per dare una mano!”

Profughi rifiutano attività di volontariato: “Siamo qui per divertirci, non per dare una mano!”

Condividi la notizia sui social
loading…


BERGAMO, PROFUGHI RIFIUTANO VOLONTARIATO: “MEGLIO USCIRE LA SERA”

Dallo scorso 23 settembre sono solo trenta sui 500 presenti a Bergamo, che hanno aderito al progetto di volontariato predisposto dal Comune con la cooperativa che li gestisce. In previsione di formarli e poi farli lavorare al posto degli italiani.

VERIFICA LA NOTIZIA

Ma quando hanno sentito parlare di lavorare ‘volontariamente’, per ricambiare il vitto e l’alloggio, solo 30 hanno aderito: poco più del 5 per cento. Ma non è finita.

Diversi tra loro hanno già rinunciato: “Tre ragazzi hanno abbandonato l’Accademia” dice Bruno Goisis, presidente della cooperativa Ruah.

loading…



Quindi, su 500, solo 27: il 5,2 per cento.

I ragazzi selezionati hanno un’età media compresa tra i 25 e i 30 anni: “Le prime perplessità sono nate quando hanno saputo che non avrebbero avuto il cellulare a disposizione tutta la giornata – spiega Goisis -. Questo, sommato al fatto che nei primi mesi non potranno uscire la sera, li ha convinti a mollare”.

loading…


Navigando sul sito "TG Quotidiano" acconsenti all'utilizzo dei cookie Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

loading...